Importo del premio: molti fattori determinanti

Il premio della cassa malattia serve a coprire i costi dell’assistenza medica della popolazione. Il suo importo può però variare di molto a seconda dell’assicurato, perché sono numerosi i fattori che lo determinano. In linea di principio sono importanti i seguenti tre punti:

1. Aumento dei costi sanitari

Lo scorso anno la spesa sanitaria è nuovamente aumentata, ma fortunatamente l’aumento è stato inferiore rispetto all’anno precedente. Di conseguenza anche i premi rincarano nel 2019, anche se moderatamente.

L’aumento dei premi è stato determinato in particolare da una modifica di legge approvata dal Parlamento: i giovani adulti sotto i 26 anni beneficiano nel 2019 di una riduzione dei premi per l’assicurazione di base. Per contro aumentano i premi per gli adulti a partire dai 26 anni.

2. Sconti in funzione dell’età

Nell’assicurazione di base e in quella complementare beneficiano di uno sconto i bambini e i ragazzi fino ai 18 anni compresi. I giovani adulti fino ai 25 anni compresi beneficiano di uno sconto giovani per l’assicurazione di base. Al compimento dell’età limite di ogni gruppo, gli sconti decadono dall’inizio dell’anno civile successivo. Nel 2019 ne saranno interessate le persone assicurate nate rispettivamente nel 2000 e nel 1993.

3. Fattori individuali

Nell’assicurazione complementare i premi sono scaglionati per gruppi di età. Il passaggio al gruppo di età immediatamente superiore può comportare un aumento dei premi. Per le assicurazioni complementari più comuni, ad esempio plus e premium o per le assicurazioni complementari ospedaliere, i gruppi di età sono i seguenti: fino ai 18 anni, dai 19 ai 25 anni e successivamente per scaglioni di 5 anni fino ai 60 anni, quindi dai 61 ai 70 anni e dai 71 agli 80 anni. Dall’81° anno di età il premio rimane invariato.

Ulteriori fattori che possono influire sull’importo del premio dell’assicurazione complementare sono: cambiamento di domicilio o Cantone, modifiche della composizione familiare o scadenza di contratti pluriennali ai sensi della legge federale sul contratto d’assicurazione LCA.

I contratti quadro nell’ambito dell’assicurazione complementare sono verificati con regolarità dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Gli sconti esistenti nell’ambito dei contratti quadro, ad esempio quelli stipulati con i datori di lavoro, le associazioni o le unioni sportive e che non soddisfano più i criteri di legge, non possono più essere concessi. Pertanto dal 1° gennaio 2019 Sympany non concede più sconti per contratti quadro.

Gli sconti per assenza di prestazioni possono venire meno se usufruite nuovamente di prestazioni.

Avete domande? Contattateci!

+41 58 262 42 00

O utilizzate il modulo di contatto